Fase 2, come comportarsi per ridurre il rischio contagio

Fase 2, come comportarsi per ridurre il rischio contagio

Da qualche settimana siamo entrati in questa tanto attesa Fase 2 dell'emergenza Covid-19

Le recenti disposizioni saranno valide fino al 14 giugno 2020, poi si procederà con ulteriori riaperture fino alla fine dello stato di emergenza.

Sport e attività motoria

Potranno riaprire palestre, piscine e centri sportivi. Bisogna rispettare la distanza di almeno due metri, privilegiare la prenotazione e sanificare ambienti e attrezzi ad ogni utilizzo. 

Sarà inoltre possibile l’accesso ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici per attività motorie o sportive da soli, evitando assembramenti. 

Per i più piccoli

Viene inoltre consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto e riaprono le aree gioco, nelle quali i bambini dai 3 anni in su devono indossare le mascherine ed essere accompagnati da genitori (o un adulto) se sotto i 14 anni, rispettando la distanza di un metro tra i bambini quando si usano i giochi. 

Mezzi pubblici

Si può usufruire di qualsiasi tipo di mezzo pubblico, sempre mantenendo la distanza di sicurezza interpersonale di 1 metro e indossando la mascherina. Non ci sono limiti di spostamento in regione, mentre per viaggiare tra regioni saranno necessarie provate esigenze lavorative di salute o di urgenza assoluta. 

Negozi, supermercati, ristoranti

Riaprono tutte le attività, vi consigliamo di controllare che i gestori garantiscano l’accesso contemporaneamente ad un numero limitato di persone o comunque in maniera tale da evitare assembramenti di persone. Occorre sempre utilizzare la mascherina e i guanti per toccare i prodotti. 

Nei locali, quali ristoranti, pub, trattorie e simili, deve essere misurata la temperatura all'ingresso, indossata la mascherina fino al tavolo, dove può essere tolta, per poi essere indossata di nuovo ogni qual volta ci si alza.

Chi è sottoposto a quarantena o risulta positivo al virus ha divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora.

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di esperti sarà felice di risponderti.