Dieta per rimettersi in forma dopo le vacanze

Dieta per rimettersi in forma dopo le vacanze

Arriva settembre ed eccoci lì a guardare allo specchio i risultati di una estate sregolata.

Non c’è da biasimarci, soprattutto dopo la quarantena, è normale aver goduto di più dei piaceri della vita e quello della dieta è un argomento che oggi tocca un po’ tutti.

Dopo l’estate, l’ideale è adottare una alimentazione a base di alimenti disintossicanti, senza però compiere troppe rinunce e tenendo a mente che l’equilibrio è uno degli aspetti fondamentali per tutelare la propria salute e la qualità della propria vita: le diete drastiche, quelle con porzioni minuscole, lasciano il tempo che trovano ed è ancor peggio il digiuno che, a differenza di quanto si pensi, non fa assolutamente dimagrire.

Un’alimentazione equilibrata e di stagione

Il primo step da intraprendere per mangiare meglio è quello di preferire sempre alimenti stagionali, cominciare a praticare attività fisica e bere molta acqua per disfarsi delle tossine.

Meno calorie

Cerchiamo di assumere cibi a basso contenuto calorico, meglio ancora se antiossidanti, depurativi e antinfiammatori: frutta, verdura, cereali integrali, oli e, come principali fonti di proteine, preferiamo legumi, le carni bianche e il pesce.

Idratazione

È bene limitare l’assunzione di alcolici e aperitivi che vanno, al massimo, limitati ai soli weekend. L’idratazione è fondamentale per il corpo sempre e comunque e non si tratta solo di bere acqua, ma anche tisane detox e drenanti, magari fatte raffreddare in frigo. Ci si può idratare anche attraverso l’assunzione di cibi ricchi di acqua come alcune verdure a foglia verde e la frutta.

Cottura

Le cotture a base di oli cotti vanificano spesso gli sforzi effettuati per dimagrire e tornare in forma. La cottura migliore è quella al vapore, in quanto preserva meglio le proprietà nutrizionali degli alimenti, seguita dal condimento con olio crudo.

Depurarsi

Alcune spezie hanno ottime proprietà depurative: curcuma, pepe e peperoncino e zenzero, nello specifico, sostengono il processo di dimagrimento e supportano la combustione dei grassi, riducendo anche l’infiammazione dei tessuti.

Alimenti da evitare

Ridurre lo zucchero, ancor meglio se eliminato del tutto.

Anche il sale va limitato, dato che, oltre a quello che aggiungiamo noi, bisogna considerare quello già presente negli alimenti.

I cibi elaborati, quelli industriali, come merendine, sughi pronti, succhi di frutta, salse, bevande gassate, contengono sostanze dannose e hanno spesso valori nutrizionali troppo alti per rientrare in una nutrizione equilibrata. Infatti, oltre agli zuccheri nascosti e al sale in eccesso, apportano grandi quantità di grassi saturi e sono poveri di fibre, vitamine, minerali.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.